Il Festival del vino rosato

Quando si pensa al vino la classificazione più tipica che si immagina è quella di vino rosso e vino bianco. Spesso si dimentica che esiste anche una terza declinazione di questo delizioso nettare degli dei, ed è il vino rosato, o rosè. Si tratta di una tipologia poco apprezzata, ma a torto.

Infatti il rosato è un vino amabile che si presta a molteplici abbinamenti e che si configura come ideale da consumare durante la bella stagione, ben refrigerato. Così in Campania l’Associazione “Donne del Vino” ha pensato di dare vita al primo “Festival del vino rosè”, per far conoscere questa varietà e dimostrarne le molteplici virtù. La manifestazione avrà luogo nel mese di maggio, per tra giornate comprese tra il 12 e il 14 del mese. La location in cui il festival verrà ospitato è la splendida penisola sorrentina ed il programma appare già estremamente interessante. L’inaugurazione dell’evento ci sarà venerdì 12 in serata, con un appuntamento riservato ai giornalisti e agli addetti ai lavori che si svolgerà a Villa Fiorentino, sede della Fondazione Sorrento. Lo chef Antonino Esposito farà degustare ai presenti tanti tipi diversi di pizza; Lorella di Porzio del Ristorante “Umberto” di Napoli, e Franca Di Mauro del ristorante “Il Cellaio di Don Gennaro” di Vico Equense si esibiranno invece nella realizzazione dei piatti tipici regionali, cucinando le loro specialità. Ovviamente ogni portata sarà accompagnata da un vino rosato accuratamente selezionato dalle Donne del Vino. Il titolo di questo incontro è “Pizza e rosé da Acqu’e sale”. Il giorno seguente, sabato 13 maggio, ci sarà invece uno degli eventi più importanti dell’intera manifestazione, il convegno “Pizza e vino rosato” che si svolgerà al Grand Hotel Europa Palace. In questa occasione si rifletterà in modo più approfondito non solo sull’oggetto del titolo, ovvero sulle possibilità di abbinamento che il vino rosato offre con diversi tipi di pizza, ma anche e soprattutto sulle sue potenzialità generali. All’intervento sarà presente una delegazione di AIS (Associazione Italiana Sommelier) Campania per promuovere la realizzazione della “Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio” a Sorrento. Questi non sono che due dei numerosi appuntamenti previsti, ai quali farà da madrina la chef Lidia Bastianich. Oltre agli incontri, ai convegni e alle lezioni, ci saranno ovviamente numerose degustazioni di vini: in tutto saranno presenti oltre 100 etichette non solo locali, ma provenienti dal resto della penisola e anche dall’estero. Inoltre sarà sempre possibile assaggiare la squisita “street pizza” di Antonino Esposito, che non si esibirà solo nella prima serata per la stampa ma sarà presente in tutti e tre i giorni. Donatella Cinelli Colombini, presidente nazionale delle Donne del Vino, ha espresso con le sue parole il manifesto programmatico che ha dato vita al Festival del vino rosè: il desiderio di raccontare il rosato in ogni suo aspetto, nell’ambito di un proficuo confronto tra produttori e territori. Il Festival del vino rosato sarà possibile grazie alla collaborazione di vari enti pubblici e privati: in primis il Comune di Sorrento, e poi la Regione Campania, che ha dato il suo patrocinio, e AIS Campania. Altri sponsor della manifestazione sono Vetreria Etrusca, PourquoiMe, Brevetti Waf, ABC Travel, Villa Fiorentino, Rete per il packaging sostenibile: 100% Campania, la Banca di Credito Popolare. Il Comune di Sorrento ha anche pensato di realizzare un “press tour” a cui sono state invitate giornaliste e scrittrici del settore food&wine.