Taurasi

TAURASI

Denominazione di origine controllata e garantita
Data: 11 marzo 1993

 
I COMUNI INTERESSATI

Taurasi, Bonito, Castefranci, Castelvetere sul Calore, Fontanarosa, Lapio, Lugosano, Mirabella Eclano, Montefalcone, Montemarano, Montemileto, Paternopoli, Pietrafedusi, Sant’Angelo all’Esca, San Mango sul Calore, Torre Le Nocelle, Venticano.

 
CARATTERISTICHE GENERALI

Vitigni: aglianico. E’consentito l’uso di altri vitigni a bacca rossa non aromatici, purché autorizzati per la provincia di Avellino, fino ad un massimo del 15%)

Resa max per ettaro: 100 quintali

Titolo alcolometrico minimo: per il Taurasi 11,5%, per la tipologia riserva 12%. Quando viene messo in vendita deve arrivare al 12,5%

Invecchiamento: almeno tre anni, di cui uno in legno; se riserva quattro, di cui diciotto mesi in legno. Tale periodo decorre dal primo dicembre dell’annata di produzione delle uve. È possibile, inoltre, aggiungere vino giovane Taurasi fino al max del 15%. La resa max delle uve in vino, comunque, non deve superare il 70% al primo travaso e il 65% dopo l’invecchiamento.


CARATTERISTICHE DEL VINO

Colore: rubino intenso tendente al granato (con l’invecchiamento acquista anche riflessi arancioni)
Odore: caratteristico, etereo, gradevole più o meno intenso
Sapore: asciutto, pieno, armonico, equilibrato, con retrogusto persistente
Titolo alcolometrico minimo: 12%
Acidità totale minima: 5 per mille
Estratto secco netto minimo: 22 per mille